venerdì 7 gennaio 2011

Friday Finds (17)

prova
Ciao a tutti! Nuova puntata di Friday Finds, nuovo appuntamento con le mie scoperte letterarie di questa settimana. Devo ammettere che non ho spulciato molto in giro, ma per caso mi sono imbattuta in due romanzi della medesima autrice che hanno attratto moltissimo la mia attenzione.

Il Racconto dell’Ancella di Margaret Atwood



Editore Ponte alle Grazie
Pagine 329
Prezzo 14,50€

Ne esiste anche l’edizione TEA.

In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Le poche donne in grado di avere figli, le "ancelle", sono costrette alla procreazione coatta, mentre le altre sono ridotte in schiavitù. Della donna che non ha più nome e ora si chiama Difred, cioè "di Fred", il suo padrone, sappiamo che vive nella Repubblica di Gilead, e che può allontanarsi dalla casa del padrone solo una volta al mese, per andare al mercato. Le merci non sono contrassegnate dai nomi, ma solo da figure, perché alle donne non è più permesso leggere. Apparentemente rassegnata al suo destino, Difred prega di restare incinta, unica speranza di salvezza; ma non ha del tutto perso i ricordi di "prima"...

L’Anno del Diluvio di Margaret Atwood


Editore Ponte alle Grazie
Pagine 472
Prezzo 19,60€

In un mondo pericolosamente vicino al nostro, la Creatura si è sostituita al suo Creatore e, grazie all'ingegneria genetica, ha stravolto la Natura. La fede nella scienza è ormai un credo assoluto, integralista, fanatico. Tutto si vende, tutto si compra - l'identità, il sesso, la giovinezza - ma a che prezzo? Eppure c'è chi ha deciso di sottrarsi a questa logica perversa e distruttiva: è la setta dei Giardinieri di Dio. Novelli Adami e Ève, vivono nel sacro rispetto delle Specie animali e vegetali del pianeta sfuggite all'estinzione, cercando di convertire gli altri esseri umani in vista dell'imminente catastrofe. Anno venticinque del calendario dei Giardinieri di Dio: la profezia si è avverata, un Diluvio Senz'Acqua si è abbattuto sul pianeta, l'umanità è decimata. Un quadro desolante, in cui però si apre un flebile spiraglio: due voci, quelle di Toby e Ren. Un tempo adepte dei Giardinieri di Dio, si ritrovano catapultate in un mondo stravolto e scoprono che la lotta per la sopravvivenza è appena iniziata. Armate unicamente dell'amicizia che le unisce e animate dal desiderio di ritrovare i compagni di un tempo, si avventurano in un coraggioso viaggio, costellato di pericoli a ogni angolo. Che ne sarà di loro? Faranno sorgere una nuova alba per la specie umana, oppure ogni speranza di vita è ormai perduta per sempre?

Della Atwood ho letto un solo libro nella mia vita, Il Canto di Penelope, una rivisitazione dell’Odissea dal punto di vista della sfortunata moglie di Ulisse. L’ho apprezzato molto, ed ora che ho scoperto che la Atwood ha scritto anche romanzi distopici, come i due che vi ho presentato sopra, beh, non vedol’ora di leggere altro scritto da lei!
Voi li conoscete? Li avete letti?

Ps:volevo postare anche una recensione oggi ma non mi sento molto bene, la rinvio a domani!

nuovafirma

2 commenti:

  1. davvero interessanti,è un genere che m'intriga parecchio!

    RispondiElimina
  2. Davvero molto interessanti! Concordo con te :D

    RispondiElimina

Se ti va, lascia un commento!